Il weekend delle squadre di Rugby Parabiago

Il weekend delle squadre di Rugby Parabiago
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram

Le partite del weekend: la parola agli allenatori

Weekend rossoblù con tante soddisfazioni quello appena trascorso sui campi da rugby. Tutte le squadre del Rugby Parabiago hanno fornito buone prestazioni, portando a casa la vittoria ad eccezione dei Cadetti che, nel derby con Rho, non sono riusciti nell’impresa ma hanno mostrato gli artigli.

Vediamo nel dettaglio come è andata.

SERIE A MASCHILE
Pro Recco - Rugby Parabiago 7-54
Player of the Match: Flavio Fusco

“Faccio i miei complimenti ai ragazzi” - esordisce Massimo Mamo. “Non era per nulla semplice andare a giocare a Genova, con vento e su un campo sintetico a cui non siamo abituati. La trasferta aveva delle insidie: per questo in settimana avevo lavorato soprattutto sull’aspetto mentale, per far capire ai ragazzi di non sottovalutare una squadra in difficoltà come Pro Recco. I ragazzi hanno risposto molto bene e gli errori che si sono visti nel primo tempo non hanno poi avuto seguito, tanto è vero che abbiamo portato a casa la partita con ampio margine. Ora cerchiamo di recuperare un po’ le forze perché giocando ogni domenica e con ancora cinque partite di campionato, bisognerà fare i conti con qualche acciacco: dovremo gestire bene la settimana per farci trovare pronti la prossima settimana a Biella”.


SERIE A FEMMINILE
Biella - LMRP Rugby Parabiago 5-23
Player of the match: non attribuito

Prestazione con alti e bassi quella di domenica delle nostre ragazze. Biella, in difficoltà per la mancanza di atlete di prima linea, è partita con la mischia no contest. “Questo ci ha messo un po’ in difficoltà - ci racconta Cristian Agresta - in quanto la nostra mischia è molto efficace sia in attacco sia in difesa. La mischia no contest ha comportato che Biella avesse palle alla mano più giocabili.”
Dopo la nostra prima meta, alla seconda azione d’attacco Biella ha pareggiato i conti e Rugby Parabiago è andata in affanno per buona parte del primo tempo. Grazie alla grinta e all’agonismo di alcune nostre atlete siamo riusciti a portarci in vantaggio e a chiudere il primo tempo sul 13-5.
“All’intervallo ho lavorato molto sulla comunicazione - riprende Cristian - e al rientro in campo se ne sono visti i buoni frutti: abbiamo messo in campo quindici minuti di livello e segnato due mete che ci hanno dato un buon vantaggio. Poi è tornata un un po’ di confusione in campo e il risultato non è più cambiato.”
Da segnalare l’esordio con meta di Barbara “Babi” Meneghin, con grandi festeggiamenti da parte delle compagne.
Chiude Cristian: “La vittoria di oggi chiude i giochi del Campionato, perché abbiamo ancora una partita con Calvisano domenica prossima, ma i 10 punti di vantaggio in classifica ci garantiscono il primo posto. La fase successiva prevede un barrage con partite di andata e ritorno con un’avversaria ancora da determinare tra Unione Capitolina Roma e Rugby Riviera 1975. Incrociamo le dita: in caso di vittoria sui due incontri, giocheremo i quarti di finale del Campionato. Ce la metteremo tutta per raggiungere questo prestigioso risultato.


UNDER17 FEMMINILE
Rugby Parabiago - Orio 34-10
Rugby Parabiago - Caimani 42-29
Rugby Parabiago - Biella 44-5


L’Under 17 femminile ha giocato sul campo di Gattico con Biella, Orio e Caimani (Viadana e Colorno).
“Le nostre ragazze hanno vinto tutte e tre le partite dimostrando di saper concretizzare il lavoro svolto in allenamento soprattutto per quanto riguarda la conservazione del possesso, garantendo così un buono sviluppo del lavoro multifase - ci dice Marta Ellis Carnevali. “C’è buon margine di miglioramento sul gioco nello spazio; ottima invece l’attitudine alla continuità diretta e al gioco in penetrazione. Colgo l’occasione per ringraziare il tecnico di Cernusco (Marta) e le due ragazze del Club (Cristel e Giulia) che si sono unite nella giornata odierna alle nostre atlete.”

UNDER 19 MASCHILE
Rugby Parabiago - I Centurioni 29-16

“Partita positiva sotto molti punti di vista quella giocata oggi dalla nostra Under19” - ci racconta Andrea Musazzi. “Innanzitutto sono contento perché eravamo in 22 e vista la situazione numerica fino a tre settimane fa, questo è molto positivo. Molte società faticano a mettere in campo una 19. Oltre al risultato, che ci ha dato ragione, abbiamo espresso a tratti un buon rugby. Peccato per la molta indisciplina sui punti di incontro che ci sono costati quasi 20 calci di punizione che hanno concesso ai Centurioni di rientrare sotto con il punteggio. Sicuramente è una vittoria che dà morale e denota la crescita della squadra rispetto ad un inizio anno molto difficile: l’ossatura della nostra squadra è composta da ragazzi del 2004 che si sono ritrovati catapultati dall’Under 16 all’Under19 dopo due anni di pandemia, a giocare un rugby più tecnico ma soprattutto molto più fisico e dove si trovano squadre con metà 2002 in campo.”
“La nota dolente è l’infortunio al nostro Giacomo Banfi che ha subito in uno scontro di gioco la frattura della mandibola, domani dovrà essere operato. È una perdita importante, non solo per quanto riguarda il gioco ma soprattutto per l’esempio che Giacomo dà ai più giovani lavorando sodo e disciplinando il gruppo. Il nostro pensiero va a lui, in questo momento”

SERIE C MASCHILE
Rugby Parabiago - Rugby Rho 10-31
Player of the Match: Hala Penehuro

L’unica sconfitta è arrivata dai Cadetti, in campo nel derby con il Rho. Andrea dell’Acqua è comunque soddisfatto. “Il risultato non ci ha dato ragione ma i ragazzi, come sempre, hanno dato il massimo e l’approccio alla partita è stato positivo. Abbiamo un po’ la coperta corta a livello di cambi rispetto ad altre squadre e questo ieri si è fatto sentire. Il Rho ha avuto la meglio nella mischia chiusa: i pochi palloni che siamo riusciti a vincere non erano palloni puliti che ci permettevano di giocare tranquillamente all’aperto, ma non hanno dominato. Le mete sono state il frutto di occasioni, di placcaggi sbagliati ma non di una superiorità schiacciante. Sono soddisfatto della prima uscita dopo l’ennesimo stop. Dobbiamo lavorare e continueremo a lavorare per portare a casa anche i risultati, oltre alle buone prestazioni.”